Surf

Turismo sportivo: il Surf può promuovere il Salento (anche fuori stagione)

Il turismo sportivo come canale di attrazione del territorio e possibilità di promozione in Italia del surf e degli altri sport da tavola marini: questa la proposta che Surfinsalento.it, il portale di riferimento dei “cavalieri delle onde” del Tacco d’Italia, ha veicolato alla BTM Puglia, l’evento più importante sul turismo nella Regione, durante una conferenza sul tema, come riporta il sito surfcorner.it. Sul tavolo, grazie ad Alessandro Dini, l’esempio della Versilia, che proprio sul surf ha sviluppato un indotto turistico.
Surfcorner, sensibile tanto allo sviluppo economico delle comunità quanto alla necessità di salvaguardare l’esistenza di spot poco affollati dove i surfisti possano godersi la libertà della loro disciplina, ha girato la domanda a Carlo Morelli, responsabile e fondatore di Surfinsalento.it: “Alcuni surfisti pensano che vogliamo riempire ed affollare tutte le line up del Salento e della Puglia, mentre invece è esattamente il contrario. L’esperienza dei nostri cugini francesi, spagnoli, portoghesi, ma anche d’oltre oceano, ci insegna che una buona regolamentazione e una buona promozione sono alla base dello sviluppo sostenibile del surf.”

“Essere invece presenti come comunità, raccontare alle persone quali sono le regole del surf, essere ospitali con i turisti ed i surfisti che vengono da lontano – ha spiegato ancora Morelli – può essere la chiave di una corretta espansione. Io lo dico sempre, se ho degli ospiti con me, li porto a surfare negli spot deserti; quando faccio lezione con i miei studenti, spiego sempre loro che è meglio andare a cercarsi le onde solitarie piuttosto che andare ad affollare gli spot più famosi”.

Il target è quello dei turisti nordeuropei di età compresa tra i 18 ed i 60 anni che ama la natura, che è disposta a viaggiare nei mesi invernali, e che è propensa a provare nuove esperienze sportive, “Quindi niente a che vedere con l’affollamento degli spot o lo sdoganamento del surf, nostro stile di vita.”

Le esperienze più che positive di sport marini e sviluppo locale e sostenibile esistono, una per tutte il fantastico lavoro dei ragazzi di Locals Salento Kitesurf: non possiamo dunque non guardare che con favore alla campagna di Surfinsalento.it.

Forse ti può interessare: TRULLO LE CHIANCHE – UGENTO