Teatro Apollo Lecce

Lecce, fine dei lavori: il Teatro Apollo sarà restituito a cittadini e visitatori

Il Teatro Apollo, uno dei simboli culturali della città di Lecce, sta per essere restituito a cittadini e visitatori dopo un restauro durato quasi dieci anni. La data prevista per il “taglio del nastro” è quella del 5 dicembre: l’antico teatro comunale potrà tornare a ornare il corredo di gioielli artistici della “capitale del Salento” con i nuovi arredi, il palco sistemato e pronto all’uso, gli splendidi affreschi recuperati.

Il Teatro Apollo è infatti da tempo croce e delizia dei leccesi (sia quelli “stanziali” che coloro che lo diventano con il cuore mentre visitano e amano la città): un monumento novecentesco in stile neoclassico, con il suo architrave e l’imponente colonnato, dotato di un ampio portico originariamente destinato ai botteghini in legno. L’opera fu consegnata alla cittadinanza in tempi diversi: nel 1912 venne realizzata solo la Sala Apollo decorata con stucchi, affreschi e dorature realizzate da un artista locale, mentre per inaugurare l’Arena si dovette attendere il 1914. Il Teatro propriamente detto fu infine operativo solo nel 1926.

Al suo interno gli ampi spazi sono stati pensati per ospitare ben 828 sedute, di cui 334 riservati alla platea, 92 per la prima galleria e altri 92 per la seconda galleria, 110 posti destinati al loggione e 100 per il foyer, che alla bisogna può trasformasi in una sala conferenze dotata di cabine riservate agli interpreti per le traduzioni in simultanea.

Attrazione architettonica della famosa via Trinchese, una delle passeggiate commerciali (e non solo) più note di Lecce, il teatro fu però tolto alla popolazione negli anni 80, per passare attraverso alterne vicende e un travagliatissimo iter di restauri. Ora finalmente anche questo prezioso elemento sarà di nuovo pronto per essere tempio di arte e cultura.

Forse ti può interessare: VILLA SAMPIETRA – PESCOLUSE