campagna Salento

Alla Scoperta del Salento “di roccia e d’erba” (con il trekking)

Complice l’allontanamento verso Est del fronte freddo, seguito da una rimonta anticiclonica da Ovest, il bel tempo sta tornando sul Salento, con le temperature in graduale aumento. Perché dunque non approfittare di questo fine settimana per farsi una bella passeggiata alla scoperta di due perle del Tacco d’Italia, agli albori della primavera (una stagione d’oro per vivere un Salento “fuori dagli schemi”)?

Cominciamo con Acaya: l’associazione “Naturalmente in Salento” propone per sabato 4 Marzo un’escursione di GeoTrekking dello splendido borgo e della costa Salentina, un escursione per conoscere la geologia, la storia e la natura di questi luoghi; ammirando non solo i beni archeologici e architettonici (come il Castello o gli scavi di Roca Vecchia, le masserie e i casali abbandonati) ma anche i geositi e le rocce (come la Grotta di Acaya e la Grotta del Fico, la zona Lepore e le sue Doline).

L’Associazione culturale Salento Faber propone invece un intero fine settimana (4 e 5 Marzo) per imparare a riconoscere le erbe spontanee del Salento: il percorso fornirà le tecniche per individuare e comprendere i segreti di queste “farmacie” (e dispense) della Natura – nonché per condurre un piccolo orto casalingo – e si snoderà nella zona rurale di Maglie, con il tempo anche per scoprire e ammirare le bellezze architettorniche rupestri sconosciute ai più come la chiesetta di San Donato o le tombe medievali di San Sidero.

Forse ti può interessare: MASSERIA DON CIRILLO SUPERIOR