La Cutura Giuggianello

“Il Parco Più Bello d’Italia”, menzione speciale per “La Cutura” di Giuggianello

Nel cuore del Salento c’è un posto incantato, un giardino nato nella pietra, “dove la meraviglia dell’esistenza abita da sempre..” Questo posto è “La Cutura“, il giardino botanico di Giuggianello, Menzione Speciale e finalista 2015 per il concorso “Il Parco Più Bello d’Italia” indetto ogni anno dall’omonimo network e che vanta il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero dell’Ambiente, dell’Associazione Beni Italiani Patrimonio Mondiale Unesco, dell’ACI e con l’adesione del FAI (Fondo per l’Ambiente Italiano) e dell’AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio).

Oltre ai due vincitori ufficiali del Premio, infatti, quest’anno “la giuria ha voluto assegnare una menzione speciale ad un giardino del Salento, ubicato in un territorio nel quale gli ulivi secolari sono fortemente compromessi dalla diffusione del batterio della Xylella”.

“La Cutura” (da cute, sinonimo dialettale di pietra), un’antica tenuta di campagna di fine ottocento, è oggi appunto un rinomato guardino botanico che si estende per 35 ettari ed ospita una delle più ricche raccolte di piante rare, grasse e tropicali.

Seguendo un percorso naturale che si snoda lungo viali di rose, giardini di piante aromatiche – dove pascolano placidamente anche mucche e vitelli – ed aiuole di piante mediterranee e officinali, un laghetto di papiri e ninfee, un giardino roccioso, un agrumeto e un bosco di lecci si arriva all’imponente serra di mille metri quadrati, dove sono custoditi e catalogati più di duemila esemplari di piante grasse di varia provenienza, preziose per rarità, tipologia o dimensione.

Come se non bastassero le meraviglie vegetali, La Cutura è incastonata in uno splendido borgo antico e ospita un ristorantino e un natural shop in grado di soddisfare gli amanti del prodotti naturali e i gastronauti.

Forse ti può interessare: APPARTAMENTO TRE PALME – RACALE