distretto turistico Salento

Turismo di qualità, cooperazione e burocrazia zero: nasce il Distretto turistico del Salento

Con la votazione unanime dei novantasette sindaci della provincia di Lecce, delle associazioni di categoria, delle sigle sindacali – e alla presenza dei rappresentanti ministeriali del Mibact – è stata ufficialmente siglata oggi in Prefettura l’intesa sul Distretto turistico del Salento.

Adesso, il meccanismo istituzionale dovrà cedere il passo a quello dell’attuazione, innanzitutto con la messa in rete delle imprese: come ha spiegato il prefetto di Lecce Claudio Palomba, agevolazioni e vantaggi potranno infatti giungere proprio grazie alla capacità di mettersi assieme; e in questa fase fondamentale sarà il ruolo delle associazioni.
Secondo passo, importantissimo, la zona burocrazia zero: i processi di semplificazione dovranno portare le amministrazioni ad individuare facili comunicazioni oppure conferenze dei servizi asincrone che dovranno concludersi entro i sessanta giorni.
Per realizzare tutto questo si agirà modificando norme già presenti, avviando progetti pilota e lo sportello unico per INPS e agenzie fiscali.

“Da oggi si fa sul serio – ha dichiarato Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia – in Regione non vediamo l’ora di conoscere i risultati del progetto. Chissà che poi non lo si possa esportare in altri ambiti; mettere insieme Stato centrale, Regione e Comuni su ipotesi di convergenza programmatica verso obiettivi specifici è la rivoluzione della Pubblica Amministrazione”.

Forse ti può interessare: VILLA SAMPIETRA – PESCOLUSE MARINA