parco naturale otranto leuca

Il Salento dei Parchi Naturali: nasce l’Area Marina Protetta Otranto-Leuca

Un altro pezzo di Salento potrà godere di ulteriori tutele per garantire la salvaguardia del mare e dell’ambiente in uno dei tratti più belli della costa italiana, in pieno adriatico. Queste le premesse alla base dell’Area Marina Protetta Otranto-Leuca, che comprende lo specchio acqueo marino prospiciente l’area del parco naturale regionale a terra “Costa Otranto-Leuca”.
Un processo lungo ma largamente condiviso, che ha visto gli enti locali – Comuni, Provincia di Lecce e Regione Puglia – collaborare con l’Università del Salento e il ministero dell’Ambiente: un percorso necessario per arrivare a valorizzare degnamente non anche l’indiscussa valenza ambientale di questo splendido tratto di mare.

Con oltre cinquanta chilometri di costa e 3200 ettari di territorio il parco naturale regionale “Costa Otranto-Leuca” è il più grande dei parchi regionali istituiti nella provincia di Lecce. Con la sua natura unica – nella Regione Puglia di Parco costiero – esso comprende alcune delle località turistiche più rinomate del Salento, creando un percorso affascinante e ricco di storia da Santa Maria di Leuca, limite meridionale della penisola, al punto più orientale d’Italia: il faro di Punta Palascìa ad Otranto, con una strada litoranea che si snoda a strapiombo su un mare azzurrissimo lungo tutta la fascia costiera, i tipici sentieri delimitati dai muretti a secco, le “vie del sale”, e i suggestivi canaloni trasversali alla linea di costa.
Di particolare interesse, oltre alle specie autoctone di flora e fauna, i resti del paleolitico e del neolitico rinvenuti nella grotta Zinzulusa e nella grotta dei Cervi, oltre alle tracce di un passato più prossimo ma ricco di tradizione: pajare, masserie fortificate, torri e splendide ville nobiliari.

Forse ti può interessare: VILLA FARNIENTE – SANTA MARIA DI LEUCA