Staisinergico 3

Coworking a Sud: la condivisione è un’attitudine mediterranea

Palazzo D’Ippolito è un ex palazzo baronale nel cuore della città di Racale che, grazie al finanziamento del GAL Serre Salentine che ne ha permesso il recupero, da vestigia di un’epoca passata è diventato la sede del Caffè letterario, della Biblioteca Comunale e del Museo del Migrante. Ma non è tutto, perché grazie alla lungimiranza dell’amministrazione comunale e alla visione innovativa dell’associazione “Staisinergico” lo stabile è ora anche la sede di “Coworking a sud“, un esperimento sociale che integra (e supera) il concetto di centro Informazione e Accoglienza Turistica e quello di coworking.

Non solo postazioni condivise in cui le persone si siedono e lavorano, ma anche una cucina, dove mangiare insieme ma soprattutto fare comunità, e infine la sala di co-progettazione, il cuore pulsante, dove far nascere e sviluppare le sinergie e sperimentare la formazione non formale, cifra distintiva di Staisinergico. “Coworking”, perché la condivisione delle competenze, come ha sottolineato Simona Palese, portavoce dell’associazione, è “un’attitudine mediterranea” – e specialmente quando la soglia delle risorse si riduce, come in questi tempi di crisi endemica, la voglia di fare delle rete delle persone cresce – ma “a sud”, per tenere sempre presente il legame con la ruralità, un modo antico e nuovo di vivere gli spazi e il tempo (retaggio di inestimabile valore testimoniato anche da Staiterraterra, “spin off agricolo” di Staisinergico).
La sfida di Staisinergico è quella di gestire lo IAT ribaltando il classico paradigma della semplice erogazione di informazioni, creando uno “IAT di comunità”, un cantiere aperto a disposizione di imprese, cittadini, associazioni, per costruire un racconto nuovo di Racale.

Al centro dello spazio principale un grande albero, simbolo di questa stupenda storia, ma che per essere bene interpretato va letto a rovescio: prima infatti sono arrivati i rami, le tante “solitudini” dei professionisti e freelance, legati poi assieme grazie al tronco, la visione collaborativa, e infine ecco le radici, la città di Racale.

Ai ragazzi di Staisinergico un grande in bocca al lupo, a tutti il consiglio di visitare Palazzo d’Ippolito!

Immagini: foto di Martina Leo dalla pagina Facebook di Staisinergico

Forse ti può interessare: VILLA CHIARA – MARINA DI TORRE SUDA